PIRATI DEI CARAIBI

Reply

Embolia, ecco cosa e

« Older   Newer »
TOPIC_ICON7  view post Posted on 17/1/2010, 23:17 Quote
Avatar

figliolo...sono il C. Jack Sparrow, comprendi?!?!?!

Group:
CAPITANO DELLA PERLA
Posts:
19,553
Location:
TORTUGA

Status:


L'embolia è l'ostruzione di un'arteria o di una vena, causata da un corpo estraneo al normale flusso sanguigno, che viene denominato embolo e che può essere un coagulo di sangue, una bolla d'aria o di altri gas, generalmente azoto, o altre formazioni di dimensioni tali da ostruire un vaso arterioso o venoso.

Nei casi più gravi in cui essa interessi un'arteria, l'embolia può provocare la morte del soggetto colpito per ischemia cerebrale, polmonare o cardiaca.
L'embolia viene classificata sia in base all'apparato colpito che al tipo di corpo estraneo coinvolto.

A seconda del fattore coinvolto si parla di:

embolia gassosa, quando l'embolo sia causato da una bolla di gas (ad.es.: azoto). A tale tipo di embolia è particolarmente esposto chi pratichi immersioni subacque, infatti nel caso in cui non vengano rispettati i tempi di decompressione, l'improvvisa variazione di pressione può portare alla formazione di bolle d'azoto nel circolo sanguigno. Analogamente, la stessa cosa può succedere nel caso di volo ad alta quota in una cabina non pressurizzata[1]. In generale comunque, eccezion fatta per i casi succitati, l'anossia gassosa è un evento molto raro.
embolia lipidica (chiamata anche liquida, adiposa o grassosa o sindrome lipido-embolica), quando l'embolo è costituito da un ammasso di grasso. I lipidi infatti essendo idrofobici e quindi insolubuli nel sangue idrofilo si dispongono a formare una micella che può provocare l'ostruzione del vaso. Tale embolia si verifica specialmente come effetto collaterale anche tardivo nel caso di eventi traumatici alle ossa del bacino e agli arti inferiori.
embolia da liquido amniotico, nelle donne durante la gravidanza può accadere che del liquido amniotico venga spinto nel circolo sanguigno materno.
embolia settica da grumi di germi solitamente frammisti a materiale di derivazione ematica o tissutale.
embolia tumorale.
tromboembolo (vedi trombosi) quando un trombo si stacca dalla parete del vaso che lo contiene e migra in altra regione del circolo potendo ostruire altri vasi in distretti più importanti. Le più frequenti embolie venose sono le embolie polmonari, quelle arteriose sono caratteristiche dell'ictus cerebrale.
In generale la causa più frequente di embolia sono coaguli ematici, quali quelli che si formano sulla parete cardiaca che ha subito un infarto miocardico.


A seconda dell'apparato colpito:

embolia cerebrale, un embolo in un'arteria che irrora il cervello è una delle cause più frequenti di ictus.
embolia polmonare, molto spesso una trombosi venosa profonda origina un trombo, una parte del quale si stacca e viene trasportata dal flusso sanguigno fino ad ostruire un'arteria polmonare, provocandovi l'embolia.
L'embolia può risolversi autonomamente, determinare ischemia e, nei casi più gravi, infarto del tessuto irrorato dai vasi ostruiti dall'embolo.

I sintomi connessi all'embolia dipendono molto dal grado di ostruzione provocato dall'embolo e dalla velocità con cui esso entra in circolo. Per l'embolia polmonare il soggetto potrebbe presentare dolori al torace, affanno e svenimenti. Un'embolia polmonare derivante da trombosi agli arti inferiori per esempio, non necessariamente si manifesta negli arti visibilmente e percettivamente e può portare ad un lento affiorare di dispnea sempre più gravosa nell'eseguire lo stesso sforzo fisico come ad esempio salire le scale, in misura della quantità di emboli che col tempo si accumulano nei polmoni. L'embolia cerebrale provoca invece effetti diversi a seconda della parte del cervello che non viene irrorata dal sangue
La terapia consiste nel rimuovere l'embolo dove possibile, con un'operazione chirurgica (embolectomia) oppure attraverso farmaci che sciolgano i coaguli di sangue ed evitino il loro formarsi (trombolisi). Nel caso di embolie gassose si attua la terapia iperbarica presso un centro iperbarico, normalmente gestito dalle ASL ma è anche possibile, a volte per i casi di emergenza in assenza di centri vicini, l'utilizzo di un centro militare normalmente gestito dalla Marina Militare Italiana.

piratideicaraibi21bb6dominatoreku4
disneypiratesofthecaribgb9potcscreen02rs9
asdzf8um7dk0vr9imagesca7d4z2epb3piratidt29a0ex2
av7576669
figliolo......sono il Capitan Jack Sparrow!!!!...comprendi???

TUTTI MUOIONO....NON TUTTI VIVONO VERAMENTE

Potevo ucciderli tutti, potevo uccidere anche te. In città sei tu la legge, qui sono io. Lascia perdere. Lasciami stare o scateno una guerra che non te la sogni neppure. Lasciami stare, lasciami stare.........BY JOHN J. RAMBO

temi tu la morte???????!!!!!!???

COMMODORO:senza dubbio il peggior pirata che si ricordi......CAPITAN JACK SPARROW:di me almeno si ricordano!!

è il giorno della morte che da alla vita il suo valore!!!!!!!!

Io sono un disonesto, e da un disonesto puoi sempre aspettarti che sia un disonesto, onestamente e dagli onesti che devi guardarti perchè non puoi mai prevedere, quando faranno qualcosa di incredibilmente...stupido!

[PIRATA]^C. Jack Sparrow
ALIAS
[PIRATA]^<Severus Piton>
[PIRATA]^Il Monco
[PIRATA]^Squall Leonhart
[PIRATA]^SAW:L'Enigmista
 
PM Email Web Contacts  Top
0 replies since 17/1/2010, 23:17
 
Reply